Cina chiusa una settimana per Capodanno. Borse europee giù

di Daniele Pace Commenta

Ore 12:10. Le Borse europee aprono stabili, con poche operazioni, e poi vanno giù. A pesare è la chiusura dei mercati cinesi, per il Capodanno, ma anche l’ultima seduta di Wall Street, che ha chiuso la settimana contrastata. Dow Jones a +0,26% e Nasdaq a -0,25%.

A Milano bene il comparto bancario, dopo che la Goldman Sachs ha alzato i target price per quattro grandi banche: Bper Banca, Unicredit, Sanpaolo e Ubibanca.

Le borse

Questa mattina è partita bene la Borsa di Tokyo, con il Nikkei che ha chiuso in positivo dello 0,46%. Il titolo Sonny però è crollato dell’8%. Milano ora viaggia però in negativo dello 0,26%, dopo aver aperto bene la seduta. Londra sale dello 0,29%, Parigi invece va giù dello 0,57%, e Francoforte dello 0,34%. Zurigo invece è appena sopra la parità.

Oggi pubblicati i dati sui prezzi al consumo in Italia. L’inflazione italiana rallenta a +0,9% nel mese scorso, su base annua. Sabato si è registrato un rallentamento anche dell’indice Pmi dei servizi cinesi, a 53,6 punti.
Sale il dollaro sulle altre valute. L’euro scende a 1,1443 dollari e 125,61 yen. Il dollaro sale sullo yen a 109,77. Torna a salire lo spread italiano, fino a 260 punti, per poi scendere a 255.

Stabile il petrolio, con il Wti a 55,28 dollari e il Brent a 62,88 dollari.