Mercati in attesa sui dazi. Le trattative si spostano a Washington

di Daniele Pace Commenta

guerra-dazi-cina-usaOre 10:30. Le trattative tra Usa e Cina sui dazi americani si spostano da Pechino a Washington, e i mercati mostrano una fase di attesa, con pochi scambi sia in Europa che in Asia. La delegazione cinese arriva oggi a Washington, e c’è da aspettarsi che almeno l’Europa, visto il fuso orario, confermerà il trend attendista. La situazione potrebbe perdurare anche nei prossimi giorni, visco che per l’amministrazione Trump, i veri negoziati partiranno giovedì, dopo gli incontri preliminari tra tecnici: “Questi incontri rientrano nell’ambito dell’accordo raggiunto dal presidente Donald Trump e dal presidente Xi Jinping a Buenos Aires il primo dicembre del 2018 sull’impegno a negoziare per 90 giorni. Le parti discuteranno anche l’impegno cinese ad acquistare una sostanziosa quantità di beni e servizi dagli Usa”.

Le borse

cautela quindi in Asia, con Tokyo che lima uno 0,10% e Shanghai uno 0,05%. In Europa, male Milano, che ora perde lo 0,73%, con buone performance di Tim e Snam. Londra va giù dello 0,49%, Parigi dello 0,32% e Francoforte viaggia appena sotto la parità. Zurigo sotto dello 0,22%. Tutte le piazze del vecchio continente mostrano andamenti altalenanti, con picchi sulla parità e ritorni in basso. Il dollaro viene scambiato a 110,77 yen, e l’euro a 125,27 yen. Il cross EUR/USD è a 1,1307 dollari, invariato.

Lo spread italiano scende a 263 punti base e al 2,74% di rendimento decennale. Sale il prezzo del Wti dello 0,38% a 55,97 dollari, e quello del Brent a 66,52 dollari.