Southwest Airlines: ottimi profitti per la compagnia aerea texana

di ceciliamorello Commenta

southwest airlines

La Southwest è una compagnia aerea low cost con sede a Dallas. Effettua voli nazionali e non va confusa con la giapponese Southwest Air Lines. Secondo gli ultimi dati al momento la compagnia aerea di Dallas è la terza più grande dopo Delta Airlines e American Airlines. La sua storia ha avuto inizio nel 1967, quando fu fondata da Herbert D.Kelleher e da Rolling King. Proprio in questi giorni la compagnia ha diffuso i dati relativi al bilancio del quarto trimestre: i profitti sono saliti a 111 milioni di dollari, con un deciso aumento rispetto ai 57 milioni registrati nel quarto trimestre del 2006. Per quanto riguarda l’intero anno 2007 i profitti ammontano a 645 milioni di dollari, mentte nel 2006 furono 499.

L’amministratore delegato della compagnia aerea, Gary C.Kelly, si è detto molto fieri dei risultati ottenuti soprattutto considerando che il 2007 è stato un anno molto più duro del previsto per i trasporti aerei a causa del prezzo del greggio e del calo di domande per i voli nazionali. I costi dell’energia e la debolezza dell’economia americana avevano costretto la Southwest a rivedere le stime di crescita al ribasso.


Attualmente per quanto riguarda i voli nazionali è la prima compagnia aerea statunutense ed è l’unica ad avere mantenuto i profitti in positivo dopo l’11 settembre 2001. La Southwest è riuscita a far fronte all’aumento dei prezzi del petrolio pagando il 38% meno il gasolio rispetto al prezzo di mercato. Il carburante rappresenta per le compagnie aeree la seconda maggiore spesa, dopo la forza lavoro, ed ammonta al 18% dei costi totali.

La south West ha incrementato il proprio traffico aereo del 12% e nonostante i forti ribassi registrati da Wall Street, il titolo è rimasto invariato a 12 dollari, spinta dati relativi al quarto trimestre. Se dovesse continuare il rialzo e superare la soglia dei 12,35 potrebbe a quel punto puntare ad una forbice tra i 13,50/14,50. Se invece il titolo dovesse cedere fino alla soglia degli 11 dollari allora i ribassi potrebbero raggiungere i 9,65.

Nei giorni precedenti alla diffusione dei dati del quarto trimestre il titolo aveva fatto trasparire una certa debolezza rispetto all’indice, attestandosi intorno agli 11,98, con un -0,75%.

Lascia un commento