Coiffeur cinesi: attenzione alle frodi

di Laura Commenta

coiffeur cineseDopo che due imprenditori di origine cinese, fratello e sorella, sono stati denunciati a Genova per frode in commercio e importazione di prodotti pericolosi, dovrebbe scattare l’allarme made in China. Ma non accade, perchè ormai tutto ciò che acquistiamo é di importazione dal continente asiatico. Secondo quanto scoperto dalla Finanza i due coiffeur, nei loro negozi di parrucchiere usavano prodotti elettronici e cosmetici non sicuri diversi rispetto a quelli esposti al pubblico. i finanzieri hanno scoperto asciugacapelli, piastre elettriche e rasoi privi del marchio di sicurezza europea CE. Le apparecchiature elettriche erano fabbricate per funzionare a 110 volt, erano state modificate per consentirne l’utilizzo a 220 volt. Ancora flaconi vuoti di note marche per cosmetici, riempiti con prodotti di scarsa qualità. Una vera e propria frode per gli ignari cittadini.

Lascia un commento