Borse europee spinte al rialzo dagli Usa

di Daniele Pace Commenta

Venerdì i dati sul lavoro negli Stati Uniti sono stati molto positivi, con 200mila posti di lavoro in più, e questo ha dato il là alle aperture al rialzo.

Venerdì i dati sul lavoro negli Stati Uniti sono stati molto positivi, con 200mila posti di lavoro in più rispetto al previsto, e questo ha dato il là alle aperture al rialzo, questa mattina, delle borse europee. Anche Tokyo viene spinta su dai dati statunitensi, e oggi chiude con un + 0,76%.
Atteso per oggi il vertice dei ministri delle Finanze europei, dove si discuterà dell’aumento del surplus commerciale tedesco a maggio, fonte di tensioni tra le due zone della Comunità Europea, quella dei paesi meridionali e l’altro, vicino alla Germania.

Intanto aumenta il prezzo del petrolio dopo le voci di una riduzione della produzione da parte di Nigeria e Libia.
A metà mattinata Milano guadagnava lo 0,56%, Londra lo 0,33%, Francoforte lo 0,54% e Parigi lo 0,26%. Il meeting dei ministri delle finanze di oggi a Bruxelles sarà motivo di confronto anche in tema bancario, con il caso Italia in evidenza, dopo salvataggi delle banche venete e di MPS.

In borsa invece, riflettori su Banco Bpm, con le voci di un nuovo polo per la gestione del risparmio insieme a Poste e Cdp.

Stabile l’euro, che sale dello 0,05%, rispetto al dollaro: quotazione a 1,114. Anche lo spread rimane stabile, a 175 punti.