Elezioni Usa 2012 ultimi sondaggi

Manca davvero poco all’esito della tornata delle elezioni Usa 2012, che condurrà gli Stati Uniti a eleggere un nuovo presidente. Secondo quanto affermato dal nostro premier Mario Monti, chiunque vinca dovrà mantenere alta l’attenzione nei confronti del debito federale poiché – avverte il presidente del Consiglio – “la propensione degli investitori sul dollaro può sempre cambiare”. Ma quali sono gli ultimi sondaggi e le più recenti impressioni in merito al potenziale vincitore di questa tornata alle urne?

Secondo un ultimo sondaggio condotto dal Washington Post e da Abc a margine del confronto finale, Barack Obama avrebbe allungato nei confronti dello sfidante Mitt Romney, giungendo a quota 50 per cento, contro il 47 per cento del concorrente repubblicano. Ad ogni modo, il calcolo è piuttosto complesso, visto e considerato che è sufficiente un unico voto di vantaggio nei singoli Stati per riuscire a conquistare la totalità dei grandi elettori dello stesso.

Obama è visto in netto vantaggio in alcune realtà sia nella West che nella East Coast: dovrebbero andare all’attuale presidente uscente i grandi elettori della California, che garantisce 55 voti, quelli di Washington (12), New York (29), New Jersey (14).

Mitt Romney sembra invece farla da padrone negli Stati centrali, che tuttavia – a causa di un minore impatto demografico – garantiscono un minor numero di grandi elettori. Non mancano però Stati a grande maggioranza repubblicana: Romney può probabilmente contare su 38 voti in Texas, 16 voti in Georgia e 11 voti in Tennesse.

La giornata di oggi e- soprattutto – quella di domani, si preannunciano particolarmente ricche di pathos. Il primo appuntamento è per le 19 di oggi, quando si chiuderanno i seggi in Virginia (Stato che attribuisce 13 grandi elettori): se la Virginia dovesse andare ad Obama, le chance per Romney sarebbero pressochè nulle. Alle 19.30 arriveranno inoltre le prime proiezioni per l’Ohio, il secondo stato cruciale per le speranze dei due. Se Romney dovesse vincere in Ohio, infatti, il presidente in carica potrebbe avere qualche difficoltà a trovare la riconferma.

Lascia un commento