Spread Btp Bund risale a 350 punti

di robertor Commenta

Aggiornamento pomeridiano di quanto accade sui mercati finanziari. La giornata, molto attesa poiché rappresentativa della prima tornata di negoziazioni utile dopo l’accordo della Grecia, sta deludendo le aspirazioni di molti investitori, convinti che la risoluzione (parziale) degli scogli sulla raggiunta intesa degli aiuti dell’Eurogruppo ad Atene, avrebbe potuto generare una linfa positiva duratura e persistente a Piazza Affari e sulle altre Borse europee

Le attese sono tuttavia state deluse, poiché i listini europei sembrano girare in negativo con percentuali più o meno significative. Per il momento Milano si accomoda su una performance negativa per circa 0,3 punti percentuali, replicando l’andamento di Londra. Francoforte fa peggio, con una contrazione dell’indice più rappresentativo pari a 0,7 punti percentuali, mentre Parigi contiene le perdite con un – 0,4 punti percentuali. 

Per quanto concerne lo spread, il differenziale di rendimento tra i titoli di Stato italiani a 10 anni e gli equivalenti tedeschi è risalito a quota 355 punti, contro i 345 punti dell’apertura, con un rendimento del bond decennale a quota 5,43 punti percentuali, del bond quinquennale a 4,19 punti percentuali e del bond biennale a 2,82 punti percentuali.

Per quanto infine riguarda le altre piazze extra europee, Tokyo ha chiuso in rialzo di quasi un punto percentuale in virtù della positiva ripresa delle quotazioni del dollaro e dell’euro contro lo yen, che ha reso più roseo lo scenario per le società esportatrici giapponesi. L’indice di Shanghai ha guadagnato lo 0,93%, Seul si è apprezzata di 0,22 punti percentuali, mentre è di 0,33 punti percentuali l’avanzamento dei listini di Hong Kong. In Cina l’indice PMI sale a 49,7 punti contro i 48.8 punti, rimanendo sotto la soglia psicologica dei 50 punti che separa la fase di espansione da quella di contrazione. 

In Italia, l’Istat conferma che il tasso d’inflazione è passato dal 3,3% di dicembre al 3,2% di gennaio. 

FTSE-MIB NEGATIVO, SPREAD IN LEGGERO AUMENTO

Lascia un commento