Stangata IVA, aumento al 21%

E’ previsto per domani l’aumento dell’IVA dal 20% al 21% previsto dall’ultima manovra economica approvata dal Governo. L’aumento riguarderà la maggior parte dei settori commerciali, dal frigorifero alle scarpe, dal profumo alla tovaglia, dalla tv alla chitarra. Oggi è prevista la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale e quindi da domani saranno applicati le nuove normative introdotte con l’ultima manovra economica approvata dal governo.

I rincari saranno di circa 92 euro per famiglia secondo quanto calcolato dall’ufficio studi della Cgia di Mestre. Secondo l’ufficio di Cgia di Mestre, 32 euro di aumento a famiglia saranno le spese che riguardano il settore dei trasporti, come aumento della benzina, gasolio o anche per i biglietti di Bus e treni.

L’aumento di un punto percentuale di IVA verrà applicato solamente sui prodotti con l’IVA attuale al 20% cioè non verrà applicata a prodotti considerati beni primari con l’iva al 10% come per esempio alimentari, bevante, sanità o istruzione. Come anche per i ben al 4% non verrà applicato nessun aumento. Il segretario della Cgia di Mestre spiega così questa nuova stangata per le famiglie:

E’ probabile che con gli effetti delle due manovre d’estate, anche i consumi interni subiranno delle ripercussioni negative. Tuttavia l’aumento dei costi a carico delle famiglie che si registrerà con l’aumento dell’ aliquota Iva, non sarà particolarmente pesante come si prospettava inizialmente. Va considerato, inoltre, che questa misura è stata introdotta nel decreto di Ferragosto con il maxi emendamento del Governo per far fronte al forte peggioramento dei nostri conti pubblici, sorto proprio in queste ultime settimane

5 commenti su “Stangata IVA, aumento al 21%”

Lascia un commento