Alitalia, per i sindacati è imminente una riduzione dell’organico

È un allarme a cui bisogna prestare la massima attenzione quello lanciato dalle principali sigle sindacali del nostro paese: l’ultimo incontro romano che ha visto coinvolte Cgil, Cisl e Uil, ma anche l’Ugl (Unione Generale del Lavoro) ha raffreddato il sangue di gran parte del personale di Alitalia, dato che è stata messa in luce l’intenzione della compagnia aerea di provvedere a breve a ridurre in maniera significativa l’attuale organico lavorativo. L’operazione in questione verrebbe posta in essere entro il prossimo mese di giugno e, in base a tali indiscrezioni, circa mille unità verrebbero sottratte al totale dei 14.272 dipendenti. In particolare, poi, di questa elenco farebbero parte settecento lavoratori di terra della spa di Fiumicino; in tal caso, quindi, gli 8.900 addetti del comparto andrebbero a subire una decurtazione molto vicina agli otto punti percentuali, con la possibilità della cassa integrazione straordinaria su base volontaria e per i prossimi sette anni.

Lascia un commento