Bp ancora in difficoltà: Fitch riduce il rating a BBB

di Redazione 1

Non c’è pace per British Petroleum, il colosso petrolifero del Regno Unito al centro dell’attenzione mondiale per il disastro ambientale provocato nel Golfo del Messico: oltre agli ingenti danni da pagare, la compagnia deve ora anche far fronte al taglio del rating operato da una delle principali agenzie, la francese Fitch, la quale ha provveduto a ridurre di oltre sei livelli il giudizio, portandolo fino a BBB (il precedente livello era AA, l’affidabilità rimane comunque discreta). Inoltre, c’è stata anche una modifica della valutazione a breve termine della stessa società e in questo caso il giudizio è stato ridotto da F1+ a F3. Si tratta di una bocciatura in piena regola e senza appello che, unita ai maggiori costi che devono essere sostenuti per il risarcimento degli effetti provocati dalla marea nera, ci fanno comprendere la difficile situazione di Bp in questo momento. Intanto, lo spread sui credit default swap quinquennali relativi alla società sono aumentati fino a 465 punti base.

Commenti (1)

Lascia un commento