Depositate le motivazioni della sentenza sulla vicenda Italease

Sono state finalmente pubblicate le motivazioni della sentenza con cui il gup del Tribunale di Milano, Massimo Faenza, ha condannato per appropriazione indebita i primi due imputati dell’affaire Italease, ovvero l’intermediario Antonio Benfenati e l’ex dipendente Francesco Trogu. Le motivazioni mettono in luce l’esistenza di una vera e propria associazione a delinquere formata dai dipendenti della banca e da mediatori: era proprio questa appartenenza all’istituto che consentiva ai due soggetti di depauperare il capitale, secondo una precisa ripartizione dei compiti. Le indagini, comunque, non si fermano e rimangono aperti altri due fascicoli: uno riguarda la struttura tra Svizzera e Austria per il riciclaggio del denaro e l’altro si riferisce all’aggiotaggio. Gli imputati, sempre leggendo la sentenza, erano riusciti a coprire le appropriazioni con l’operatività in derivati e le rinegoziazioni dei contratti, strumenti volti soprattutto a distrarre forti somme dalla banca.

1 commento su “Depositate le motivazioni della sentenza sulla vicenda Italease”

Lascia un commento