Incentivi 2010 tornano per i settori colpiti dalla crisi

di Fil 1

Un Decreto firmato nei giorni scorsi dal Ministro dell’MSE Romani ha sbloccato le risorse residue dei complessivi 300 milioni di euro stanziati per sconti statali su dieci settori dell’economia, tra cui quelli delle macchine agricole, immobili ad elevata efficienza energetica, nautica ed abbonamenti ad Internet per i giovani. Secondo il Segretario Confederale della Cisl, Luigi Sbarra, trattasi di una buona notizia visto che in questo modo potrà essere dato un qualche impulso ai settori che sono stati colpiti dalla crisi, ma servirebbero anche ulteriori risorse per dare sostegno ad altri comparti della nostra economia che, specie nel Mezzogiorno, sono allo stesso modo in difficoltà. Per quel che riguarda gli incentivi 2010 residui, le risorse rimesse in gioco con il Decreto ministeriale ammontano a circa 110 milioni di euro e potranno servire, tra l’altro, anche per acquistare con lo sconto statale le cucine e gli elettrodomestici ad elevata efficienza energetica.

Commenti (1)

Lascia un commento