La mossa di Santander: buy-back da 16,5 miliardi

di Redazione 1

Banco Santander, il gruppo spagnolo di organizzazioni bancarie, ha provveduto ad annunciare l’inizio di un interessante programma di riacquisto obbligazionario (o, come viene definito con terminologia anglosassone, buy-back): tale iniziativa prevede appunto che siano riacquistati titoli abs (le asset backed securities, ovvero titoli di debito il cui rimborso ha luogo esclusivamente sulla base degli incassi relativi ad un portafoglio di attivi) per circa 16,5 miliardi di euro. Tutto il programma si riferisce a 27 cartolarizzazioni che sono state emesse dalla banca iberica: la maggior parte di esse ha come sottostante dei crediti ipotecari. C’è ora tempo fino al 7 settembre per far pervenire a Santander le richieste di adesione al buy-back.

Commenti (1)

Lascia un commento