Paradisi fiscali: pm Torino chiede dossier su 10000 conti Svizzera

di Redazione 1

Il 2009 è stato duro, durissimo, per gli evasori fiscali, molti dei quali si sono “rifugiati” nello scudo fiscale; ma il 2010 potrebbe essere ancor più duro per effetto di una lotta all’evasione fiscale internazionale che si preannuncia senza quartiere per i prossimi mesi. Una dimostrazione in tal senso arriva dalla Procura della Repubblica di Torino, la quale nel giro di qualche settimana potrebbe entrare in possesso di una lista con ben diecimila italiani con un conto corrente in Svizzera, e che si candidano come dei sospetti evasori fiscali. Oltre alle Procure a muoversi in tal senso è anche l’Agenzia delle Entrate, la quale nelle scorse settimane, sempre al fine di contrastare l’evasione fiscale internazionale, ha messo a segno dei veri e propri “blitz” in Italia presso numerose filiali di banche estere.

Commenti (1)

Lascia un commento