Pil Italia: Confcommercio, divario Nord-Sud confermato

In Italia, per quel che riguarda l’apporto delle Regioni alla crescita del prodotto interno lordo nazionale, resta confermato lo “storico” divario tra il Nord ed il Sud del nostro Paese. A rilevarlo con un Rapporto è stata la Confcommercio nel sottolineare in particolare come sia cresciuto il contributo al Pil nazionale delle Regioni del Centro a fronte di una sostanziale stabilità per le Regioni del Nord-Est e del Mezzogiorno; pollice verso invece per la ricchezza prodotta dalle Regioni del Nord Ovest in virtù di un apporto più basso al nostro prodotto interno lordo. E se il Pil in Italia viene “visto” dalla Confcommercio a +0,7% quest’anno, ed a +1,1% nel 2011, la Regione italiana più virtuosa, dove il Pil pro-capite è più elevato, è la Valle D’Aosta, mentre in fondo alla classifica, in accordo con un divario Nord-Sud confermato, ci sono le Regioni del Mezzogiorno con la Campania all’ultimo posto.

Lascia un commento