Referendum ex Bertone: valanga di sì per il piano Fiat

di Redazione Commenta

Il logo del Gruppo Bertone rappresenta la storia delle carrozzerie italiane da quasi cento anni, in particolare per quel che riguarda la Fiat: anche il referendum di questi giorni per l’approvazione o meno del piano industriale del Lingotto può essere considerato un capitolo importante, ora bisognerà capire quali scenari si prospettano contraper il futuro. Il sì ha letteralmente dominato le votazioni, con ben 886 aventi diritto che hanno optato per tale scelta, a fronte di 111 contrari. L’esito era facilmente pronosticabile dopo il sostegno dell’accordo da parte della Fiom, l’unica sigla sindacale che aveva espresso qualche perplessità in merito. Che cosa significa la vittoria del sì? Prende sempre più corpo la proposta aziendale che prevede l’applicazione del contratto collettivo specifico di primo livello, quello stabilito anche per Pomigliano d’Arco e che dovrebbe riguardare, inoltre, Grugliasco. L’idea dell’ad di Fiat, Sergio Marchionne, è quella di investire 550 milioni di euro nella produzione di veicoli Maserati.

Lascia un commento