Tassi Btp decennali ai minimi da ottobre 2010

Continua il buon momento per la carta italiana, che anche oggi mette a segno un risultato molto positivo sia in termini di raccolta che di rendimento spuntato in asta. Dopo aver piazzato con successo negli ultimi due giorni Ctz biennali, Btp€i e Bot semestrali con tassi ai minimi dal 2010, il Tesoro ha fatto il pieno con i Btp a 5 e 10 anni beneficiando tra l’altro di tassi ancora in calo. Andando nel dettaglio del collocamento, la Banca d’Italia haa comunicato che il Tesoro ha piazzato 6,5 miliardi di euro di Btp.

Si tratta del massimo della forchetta stimata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, ovvero tra 4,5 miliardi e 6,5 miliardi ddi euro. Il Tesoro è riuscito a collocare l’11-esima tranche dei Btp con scadenza 1° novembre 2022, tasso di interesse lordo annuo del 5,5%, per un ammontare complessivo pari a 3,5 miliardi di euro, ovvero il top della forchetta stimata dal Mef tra 2,5 miliardi e 3,5 miliardi di euro.

TASSI BOT SEMESTRALI AI MINIMI DA MARZO 2010

Ottime notizie dal fronte tassi, che scendono sui livelli più bassi da otttobre 2010. Il rendimento lordo del Btp a 10 anni è diminuito al 4,17% dal 4,48% dell’asta di fine dicembre scorso. Il codice ISIN di questi titoli di stato è IT0004848831. Il rapporto di copertura, o bid/cover ratio, è calato a 1,32 da 1,47. Il Tesoro ha poi emesso la settima tranche dei Btp con scadenza 1° novembre 2017, tasso di interesse lordo annuo del 3,5%, per un importo totale di 3 miliardi di euro, ovvero il massimo della forchetta prevista dal Mef tra 2 miliardi e 3 miliardi di euro.

SPREAD BTP-BUND TORNA AI LIVELLI DI NOVEMBRE 2010

Il rendimento lordo del Btp a 5 anni è sceso al 2,94% dal 3,26% dell’asta di dicembre scorso. Anche in questo caso i tassi sono scesi sui livelli più bassi da ottobre 2010. Dopo la comunicazione dei risultati dell’asta dei Btp, lo spread quota a circa 250 punti base. Pesante, invece, il ribasso per Piazza Affari: l’indice FTSE MIB perde il 2,01% a 17.532 punti, ma negli ultimi giorni aveva corso molto salendo sui livelli più alti da agosto 2011.

Lascia un commento