Spread Btp-Bund torna ai livelli di novembre 2010

di Redazione Commenta

In attesa di entrare nel vivo della campagna elettorale non si ferma la discesa del differenziale di rendimento tra il nostro Btp a dieci anni e il pari scadenza Bund tedesco. Venerdì, in chiusura di seduta sul mercato secondario dei titoli di stato, lo spread Btp-Bund segnava 249 punti base, ma durante la giornata è stato toccato il minimo più basso da novembre 2010 a 245 punti base. Il rally dei Btp, che si protrae ormai da diversi mesi, sembra destinato a proseguire ancora almeno fino alle elezioni.

Tuttavia, c’è da dire che in questa fase il restringimento dello spread segue dinamiche più legate alla discesa dei prezzi del Bund tedesco che un boom vero e proprio delle quotazioni dei Btp. Venerdì in chiusura il rendimento lordo del titolo di stato italiano con scadenza a dieci anni si attestava al 4,13%. A fine novembre 2011, lo spread segnò il punto più alto della sua storia a 575 punti base, decretando tra l’altro la caduta del governo Berlusconi e l’avvento dell’esecutivo tecnico guidato da Mario Monti.

SPREAD BTP-BUND A 160 PB NEL 2013 SECONDO PICTET

Il rendimento del Bund tedesco sta salendo costantemente e ora è tornato all’1,6%. Il rendimento dello Schatz biennale è salito fino allo 0,28%, dopo essere stato per mesi sotto lo zero e quindi su valori nominali addirittura negativi. Ad ogni modo stiamo ancora parlando di tassi su livelli minimi, che secondo gli analisti finanziari non dovrebbero trascinarsi in alto ancora per molti.

CALO SPREAD NON E’ MERITO DI MONTI SECONDO IL FINANCIAL TIMES

La maggior parte degli esperti del mercato del reddito fisso vede un Bund sotto il 2% entro fine anno. Intanto, lo spread Btp-Bund potrebbe ancora scendere verso 200 punti base, in attesa delle elezioni politiche italiane del prossimo 24-25 febbraio: il mercato si aspetta la formazione di un governo con una maggioranza solida. Bersani è il favorito e secondo molti stringerà un’alleanza con Monti, sebbene negli ultimi tempi sia avvenuto uno scambio di accuse tra i due leader politici.

Lascia un commento