Unibanco allarga il suo mercato al Messico: la strategia di inserimento è simile a quella attuata in Paraguay nel 1995

di Redazione 1

Uniao de Bancos Brasileiros, la terza banca brasiliana per assets, è in procinto di espandere gli affari della sua carta di credito, offrendo servizi in Messico, un mercato che è quasi raddoppiato negli ultimi tre anni. L’istituto creditizio, che ha sede a San Paolo, ha aperto una sua filiale a Città del Messico circa due mesi fa soprattutto al fine di condurre una ricerca di mercato. Unibanco cercherà di costruire un successo simile a quello ottenuto in Paraguay, dove la banca controlla gran parte del mercato da almeno tredici anni: la ricerca di mercato ha messo in mostra che lo stesso modello affaristico può essere attuato in Messico in termini di mercato e di pagamenti. Secondo Geraldo Travaglia, vicepresidente della banca brasiliana:

Unibanco ha anzitutto bisogno di comprendere com’è conformato il mercato e le condizioni più favorevoli da sfruttare. La scelta naturale è stata quella del Messico, paese molto simile al Brasile.

Commenti (1)

Lascia un commento