Wall Street verso un rinnovamento radicale della regolamentazione finanziaria

In America si va verso un rinnovamento radicale della regolamentazione finanziaria, con la conseguenza che banche d’affari come Morgan Stanley, J.P. Morgan Chase e Goldman Sachs dovranno “piegarsi” a regole che contribuiranno a scongiurare nel medio e nel lungo termine la devastante crisi finanziaria dalla quale lentamente si sta cercando di uscire. E se il Presidente Obama “spinge” in questa direzione, c’è comunque da dire che, come mette in risalto il Wall Street Journal, tra la Casa Bianca ed il mondo della finanza a stelle e strisce è in atto una vera e propria disputa, a partire da quella sui derivati.

Da un lato, infatti, l’Amministrazione USA non può non mettere a punto un cambiamento/rinnovamento, mentre dall’altro le lobby non vogliono perdere i vecchi privilegi e le opportunità offerte dalla finanza creativa e dalle operazioni orientate esclusivamente al profitto senza tener conto di danni e di ripercussioni negative a carico della collettività. Ma sembra solo questione di tempo; così come è passata la riforma della sanità Usa di Obama, così si arriverà al rinnovamento radicale della regolamentazione finanziaria.

2 commenti su “Wall Street verso un rinnovamento radicale della regolamentazione finanziaria”

Lascia un commento