Il caso Madoff complica la situazione di HSBC e UBS, che potrebbero subire pesanti perdite

HSBC Holdings Plc e UBS AG potrebbero rischiare di subire perdite per 3,2 miliardi di dollari: tali perdite sono strettamente collegate al caso Madoff, riguardo in particolare ad alcune contestazioni sui doveri di custodia finanziaria in Lussemburgo ed Irlanda. Lo scorso 12 gennaio il ministro delle finanze della Francia, Christine Lagarde, aveva inviato una lettera al primo ministro del Lussemburgo e della Commissione Europea, Jean-Claude Juncker, in cui veniva sottolineato come sia attualmente in gioco l’immagine dell’industria finanziaria europea. Gli assets finanziari europei sono infatti cresciuti del 59% negli ultimi sei anni, raggiungendo quota 6,8 trilioni di euro, dato che sono stati resi appetibili dalle regole che proteggevano gli investitori.


Isabelle Wekstein-Steg, la quale lavora per la società Wan Avocats di Parigi, che, tra l’altro, rappresenta dieci investitori al dettaglio francesi e due istituzioni che devono far fronte alle perdite subite in relazione al caso Madoff, ha così commentato la situazione delle due banche:

Se i due istituti non hanno richiesto di pagare denaro, allora la protezione degli investimenti non ha alcun senso e la gente dovrebbe limitarsi ad investire in fondi offshore. UBS non è stata molto costante nel controllare dove si trovassero in ogni momento i suoi assets e lo stesso può dirsi di HSBC.

Gli addetti alla custodia di tali finanziamenti sono dunque responsabili di aver commesso gravi disattenzioni, anche perchè sono i soggetti incaricati di gestire i flussi di denaro e i pagamenti degli investitori.

Le regole di custodia finanziaria di HSBC, maggior gruppo bancario del mondo, e di UBS, la nota compagnia svizzera di servizi finanziari, sono in realtà molto limitate, dato che sono state stabilite specificamente per quegli investitori che desideravano affidare il loro denaro a Madoff, come ha anche precisato Paul Mousel, a capo del settore dei servizi finanziari della Arendt & Medernach, società legale lussemburghese, la quale rappresenta entrambe le banche.

Lascia un commento