Intesa SanPaolo e Azimut partner commerciali

di Valentina Cervelli Commenta

Intesa Sanpaolo ed Azimut diventano partner commerciali: come? Grazie ad una serie di servizi per il trading lanciato dalla banca che la società di consulenza finanziaria ha deciso di utilizzare.

Si parla di un servizio abbinato all’attività di ricezione e trasmissione di ordini e di un interlocutore che da tempo è parte integrante della finanza che conta: in America verrebbe definito un “match made in heaven“, ovvero un unione perfetta per tutti.  Entrando nello specifico tecnico, il progetto in questione prevede il lavoro di concerto della direzione Global transaction banking e di Market Hub, la piattaforma di brokeraggio di Banca Imi: in cosa si traduce questo? In un servizio, rivolto a clienti costituzionali italiani, che mette a disposizione un’offerta integrata delle attività di execution, clearing, settlement e custody attraverso un unico apparato contrattuale di full services.

Entrambi i soggetti di cui abbiamo parlato finora riusciranno ad ottimizzare i risultati ed ad abbattere i costi. Ha commentato Mauro Micillo, Responsabile Corporate & Investment Banking di Intesa Sanpaolo e ad di Banca Imi a riguardo:

Il coordinamento interno delle strutture della Direzione Global Transaction Banking e delle risorse di Market Hub ci permette di offrire al mercato un’offerta completa, integrata e altamente competitiva nella logica di full services. L’apprezzamento di un primario operatore di mercato quale Azimut CM testimonia la qualità del servizio offerto.

Paolo Martini, ad e direttore generale di Azimut Holding, ha sottolineato a sua volta:

Poter contare sulle competenze di Banca Imi, quale primario intermediario negoziatore operativo sui mercati internazionali attraverso la piattaforma di Market Hub, è certamente un valore aggiunto per tutti i nostri consulenti finanziari e i nostri clienti che sceglieranno di usufruire dell’innovativo servizio di ricezione e trasmissione di ordini full digital.