Titoli di Stato: i BOT tornano a rendere di più

di Redazione Commenta

Tornano a salire nel nostro Paese i rendimenti dei titoli di Stato, ed in particolare quelli sulle brevi scadenze. Il Dipartimento del Tesoro del Ministero dell’Economia e delle Finanze, infatti, ha provveduto a collocare in data odierna due tranche di Buoni Ordinari del Tesoro (BOT), di cui una a scadenza trimestrale, e l’altra a dodici mesi. Ebbene, a fronte di una domanda elevata, i rendimenti, pur rimanendo comunque ancora decisamente bassi rispetto al passato, sono tornati a salire; nel dettaglio, i BOT trimestrali con scadenza 15 settembre 2009, e data di regolamento fissata per lunedì prossimo, 15 giugno, sono stati assegnati con un rendimento lordo annuo composto dello 0,991%, in rialzo rispetto al rendimento lordo annuo composto della precedente asta. Stessa musica anche per il BOT annuale, con scadenza 15 giugno 2010, collocato con un rendimento annuo lordo composto dell’1,272% rispetto all’1,137% dell’asta precedente. A fronte dei tassi in rialzo, come accennato, la domanda è rimasta comunque molto elevata: basti pensare che il BOT a tre mesi, assegnato per complessivi quattro miliardi di euro, ha fatto registrare una domanda superiore ai dieci miliardi di euro; la domanda per quelli ad un anno è stata invece superiore ai 16 miliardi di euro a fronte dei sei miliardi di euro offerti dal Dipartimento del Tesoro del Ministero dell’Economia e delle Finanze.