Unicredit e SocGen: si valuta nuovamente fusione

di Valentina Cervelli Commenta

UniCredit e SocGen: si valuta nuovamente una fusione? Sembrerebbe proprio di si stando agli ultimi rumors che si sono diffusi nel settore finanziario. Possibile che si siano ripresentate le condizioni ideali per riprovare il matrimonio con la “rivale” francese  Société Générale?

E’ il Financial Times a riportare su stampa l’ipotesi di questa unione. Ed a voler in particolare questa fusione sarebbe, secondo una fonte del giornale inglese, proprio  l’ad di Unicredit, Jean-Pierre Mustier: è importante sottolineare come questa ipotesi di unione non sia una novità ma qualcosa che ciclicamente si è ripresentato negli ultimi 15 anni. Nel corso della ricapitalizzazione dell’istituto bancario, Mustier aveva spiegato che uno degli obiettivi dell’operazione era portare Unicredit ad una capitalizzazione più alta di quella di Société Générale: cosa che è avvenuta giusto venerdì scorso.

Al momento però nessun contatto diretto tra le due banche sarebbe avvenuto e anche se fosse occorso, la posizione delle due società è netta: Unicredit sottolinea che non commentano speculazioni o rumors mentre SocGen sottolinea che non vi sia stata nessuna “discussione del cda su una potenziale fusione con Unicredit“.

In caso Unicredit e SocGen volessero fondersi saranno tanti i fattori da tenere in considerazione e sistemare. Tolti quelli finanziari diretti vi è da tenere da conto che le dimensioni delle società richiederebbero un’autorizzazione specifica da pare della BCE.  Quel che al momento si dà per certo è che Unicredit voglia completare il suo piano di ristrutturazione attraverso una grande operazione internazionale: che sia davvero l’unione con la banca francese l’obiettivo finale?