Enel stipula accordo con Sharp sul fotovoltaico

di Vincenzo Caccioppoli 2

Enel è in rialzo dell’1,1% a 5,03 euro. La società ha annunciato che investirà 1 miliardo di dollari con Sharp, secondo gruppo al mondo nella produzione di batterie per raccogliere l’energia solare, per installare un campo fotovoltaico in Italia.  Sharp, Enel insieme ad un’altra compagnia europea non ancora nota, costruiranno prima un nuovo impianto per la produzione delle pellicole per pannelli solari e poi istalleranno un campo fotovoltaico in Italia con l’obiettivo nel 2012 di raggiungere una potenza istallata di 189 Megawatt. Gli investimenti partiranno dal 2009 fino al 2012 e il campo inizierà a produrre energia già dal 2010. Questa notizia sembra aver rasserenato il clima intorno al titolo dopo che ieri era scoppiata una nuova grana per Enel sul fronte spagnolo.

La società torna a bisticciare con il socio spagnolo Acciona, partner in Endesa. Secondo quanto risulta a El Mundo, ieri il cda di Endesa, controllata al 67% da Enel, è stato sospeso a data da definirsi dopo il mancato accordo con Acciona (azionista al 20%) sull’ammontare della cedola da distribuire a gennaio. Storicamente Endesa ha sempre annunciato il dividendo di gennaio proprio dopo il board di novembre. Ora gli azionisti dovranno incontrarsi di nuovo per trovare un accordo ma secondo le indiscrezioni sarebbe tramontata l’ipotesi di distribuire un dividendo straordinario. Sembra non aver fine la querelle fra il gruppo italiano di Fulvio Conti e il gruppo spagnolo guidato da Entrecanales, dopo l’opa lanciata su Endesa. E non si esclude intanto l’ipotesi ventilata qualche mese fa di una divisione fra i due soci, che vedrebbe l’ingresso di un nuovo socio finanziario spagnolo al posto della indebitatissima Acciona. Anche se questa ipotese che sarebbe ben vista anche dal governo spagnolo avrebbe incontrato dei seri ostacoli a causa della grave crisi finanziaria che sta colpendo la Spagna e il mondo intero.

Commenti (2)

  1. il più grande scienziato del millennio
    francesco garrotto nato a
    villa san giovanni l’ 8 – 4 – 62 ha fatto la
    sensazionale scoperta di rendere un pannello
    fotovoltaico dieci volte più efficente riducendone
    i costi di uno zero quindi un kwatt di energia prodotta
    da questi pannelli avrebbe un costo minore del carbone
    evitando così le pericolose emissioni che procurano
    inevitabili catastrofi planetarie ed il pericolo della
    estinzione dell’uomo su questo Pianeta .
    i suoi studi sono andati sul processo fotosintetico
    della pianta capendone il mecca
    nismo di superconduttività ,
    infatti gli elettroni dello spettro solare quando arrivano
    in una foglia in maniera disordinata vanno ad allinearsi
    dentro gli stomi per poi in seguito trasformarsi in energia organica
    – come rendere un pannello superconduttivo ?
    sopra la piastra del pannello fissare ermeticamente un doppio
    vetro e dentro il doppio vetro far circolare un gas a zero gradi
    gli elettroni si alliniano ed arrivano sul pannello allineati e
    pronti per essere catturati col risultato di ottenere una produzione
    di kw ad un costo minore di tutte le altre tecnologie .
    ma un doppio vetro aumenta la quantità di kwatt del pannello
    ma non basta sfruttando il pensiero di archimede cioè concentrando
    gli elettroni potremmo azzerare il costo della superfice del pannello …

Lascia un commento