Toyota meglio di GM nel 2012

di robertor Commenta

Nel corso del 2012 Toyota ha sorpassato General Motors in termini di autovetture vendute sul mercato mondiale. Appena un anno fa era invece avvenuto il sorpasso inverso, con il colosso di Detroit che aveva sorpassato il dominio Toyota, a sua volta coinvolta in una serie di eventi pregiudizievoli che, a partire dal terremoto giapponese, e per concludersi con le alluvioni thailandesi, aveva subito forti blocchi alle linee produttive.

Come era lecito attendersi, tuttavia, il dominio GM non è durato a lungo. La società americana ha infatti fatto sapere di avere venduto nel 2012 oltre 9,2 milioni di vetture a livello globale, contro previsioni di vendita della compagine giapponese (che ha fatto sapere che diffonderà i dati definitivi solamente nell’ultima settimana del mese) che parlano di 9,7 milioni di immatricolazioni, oltre il record di Gm, risalente al 1978, pari a 9,55 milioni di unità (vedi anche Peugeot e General Motors pensano all’alleanza strategica).

General Motors può comunque consolarsi difendendo la seconda piazza dall’attacco di Volkswagen, che nel 2012 ha visto crescere dell’11,2 per cento le vendite globali, al suo record storico di 9,07 milioni di vetture. Nel 2012, le vendite Gm sono cresciute del 2,9 per cento a 9,285 milioni di vetture, di cui 3,02 milioni in Nord America, in incremento di 3,2 punti percentuali sul 2011. La divisione International operations, che include altresì le rilevanti attività cinesi, ha registrato un +10,1 per cento, mentre le immatricolazioni in Europa sono prevedibilmente calate dell’8,2 per cento a 1,61 milioni (vedi anche Investire nel settore auto nel 2013).

Le vendite in Sudamerica, infine, sono scese dell’1,9 per cento a 1,05 milioni. Al di fuori del territorio “amico” statunitense, il gruppo ha realizzato buone prestazioni con Chevrolet, con 5 milioni di vetture collocate sul mercato, di cui oltre il 60 per cento fuori dal mercato statunitense. Torneremo sull’argomento non appena saranno disponibili i dati di vendita di Toyota.

Continuate a tenerci sott’occhio!

Lascia un commento