Mario Monti e il mercato del lavoro con il posto fisso monotono

di Laura 1

Sta suscitando a dir poco scalpore la frase pronunciata da Mario Monti meno di 24 ore fa, ospite a Matrix, sulla cui poltrona si é lasciato sfuggire delle affermazioni che sono quantomeno discutibili e che riportiamo testualmente: “I giovani si abituino all’idea di non avere più il posto fisso a vita. Che monotonia. È bello cambiare e accettare delle sfide”. Un’ospitata il cui scopo principale era quello di discutere sul decreto milleproroghe, sul famigerato CUI, sul “tabù” (come definito dallo stesso Monti) dell’art.18 o, in via più generale, sulla manovra finanziaria, si è invece rivelato un’arma a doppio taglio per il professore e il suo team, che sostiene di essere al lavoro per trarre le finanze italiane dal baratro alla luce dei nuovi trattati e accordi europei.

Ma riuscirà veramente questo governo a risanare i conti italiani? E soprattutto, per farlo, dovrà infierire ancora sui consumi, le pensioni, la casa e i carburanti? Tra le tante parole dette ieri, quella sul lavoro “monotono” non é passata assolutamente inosservata né alla fervida comunità del web nè ad altri classici media: tg, radio, stampa, internet e gli stessi membri della politica si esprimono in merito all’asserzione del professore.

In prima linea il segretario del Pd Pier Luigi Bersani il quale vuole precisare al professore di economia della Bocconi che “il posto fisso diventa monotono quando uno ce l’ha e può guardarsi attorno, se non ce l’ha diventa desiderabile”, meno diplomatico ma sicuramente più incisivo il vicepresidente dei senatori del Pd, Nicola Latorre, che ha definito quella del premier “una delle sue peggiori performance televisive”. Il Pdl si divide fra «coraggio» e «poco rispetto», in prima linea Renato Brunetta che prende le difese del professore, preferendo “il Monti che dice delle ovvietà coraggiose rispetto a quello paludato, ironico, che piace di più agli ipocriti”. Per il IdV invece si é trattata di una battuta stonata, indegna del periodo difficile che stanno attraversando milioni di italiani.

 

Commenti (1)

Lascia un commento