Decreto Milleproroghe ottiene fiducia dalla Camera

di Laura 1

Sono 469 a favore, 74 contrari e 5 astenuti: sono i voti con cui la Camera dei Deputati ha dato la fiducia, con votazione nominale, al decreto legge Milleproroghe. Martedì pomeriggio verrà dato il via libera definitivo. Sebbene i numeri siano più che sufficienti per andare avanti, non si può notare la “caduta” del governo Monti, che nel giorno del suo insediamento incassò una fiducia record di 565 voti. Il Pdl, nella persona dell’onorevole Remigio Ceroni, conferma il voto favorevole alla fiducia ma dice basta agli aumenti di tasse. Non é facile immaginare cos’altro potrebbe aumentare il nostro premier ma mettere dei paletti per il partito, sembra essere una richiesta “avveduta” alla luce dello scenario nazionale in cui non poche categorie si lamentano proprio per l’aumento dei prezzi e della benzina.

Silvio Berlusconi conferma il suo appoggio a Monti ma sottolinea che in  questo momento non ci sono motivi eccessivi di ottimismo, ma d’altronde non si aspettava di più. La situazione è difficile, l’esecutivo sta agendo con prudenza e per l’ex premier al momento risulta difficile avanzare critiche fondate. Anche i Democratici confermano la fiducia ma chiedono che tutti i provvedimenti vengano discussi nel merito. La Lega Nord prosegue senza sosta la difesa dei pensionati, dei proprietari di prime case e attacca questo esecutivo: la Lega non ci sta e preferirebbe mandare il professore a casa.

Umberto Bossi che ha definito Berlusconi una “mezza cartuccia” perché non vuole dare lo stop al governo Monti, un esecutivo che, secondo il leader di Lega Nord, non può andare avanti perchè gli italiani non lo vogliono, secondo le sue testuali parole “c’è tutto il paese che vuole strozzare Monti e Berlusconi ha paura di mandarlo via”.  Ma Berlusconi risponde che appoggerà il governo, almeno per il momento e come sottolineato dallo stesso ex premier, che ha accettato di fare un passo indietro, per senso di responsabilità: il governo Monti sta agendo con prudenza in una situazione difficile.

 

 

 

 

Commenti (1)

Lascia un commento