Sei Straniero? Paghi di più l’assicurazione

di Michele Laganà Commenta

Una regola che sta per sparire è quella di far pagare più alto il premio assicurativo agli stranieri che vengono da paesi dove la media dei sinistri è più alta. È stata consuetudine di molte assicurazioni, infatti, imporre un premio assicurativo più alto rispetto agli italiani, a stranieri provenienti da paesi, comunque, dell’Unione Europea ma con una statistica di sinistri più alta. Oltre all’attestato di rischio, alcune compagnie assicurative utilizzavano come metodo di valutazione anche il paese di provenienza dell’assicurato.

Associazione per gli studi giuridici sull’immigrazione (Asgi), è stata la prima ad aprire il caso e la Commissione Europea si è espressa in favore dell’Asgi, dichiarando discriminatoria e non regolare tale metodo di calcolo delle assicurazioni. La Commissione Europea ha valutato come non regolare la scelta di calcolare il premio assicurativo sulla base della residenza dell’assicurato in quanto la nazionalità, non incide sui metodi di guida di una persona.

Lo scorso gennaio, una ricerca condotta dall’Isvap, aveva calcolato che circa il 25% delle compagnie assicurative, il 16% del mercato, calcolava il premio da pagare in base alla nazionalità di provenienza della persona a cui è intestata l’assicurazione. Qualcosa si è già mosso, molte compagnia hanno eliminato il parametro cittadinanza dell’assicurato, come metodo di calcolo per il premio assicurativo. L’Asgi, continua, comunque ha presentare nuovi ricorsi presso il Tribunale di Milano e Bologna.

Articolo sponsorizzato da 6sicuro.it

Lascia un commento