Mercati in salita ma ci sono nuove tensioni della guerra commerciale

di Daniele Pace Commenta

Trump rilancia la guerra commerciale, promettendo più di 250 miliardi di dollari aggiuntivi di dazi sui prodotti della Cina. Così le borse soffrono, mentre scende lo spread italiano.

A rassicurare i mercati ci ha pensato il ministro dell’Economia, Tria. E lo spread è così arrivato in zona 250 punti base, ben 10 punti in meno dall’ultima chiusura. Anche il rendimento decennale scende sotto al 3%, arrivando in area 2,9%.

Le borse europee

Lo spread però spinge la Borsa di Milano in un rally che ora (14:30 CEST) la porta ad un netto +2,30%, nettamente più in alto del resto del continente. Londra infatti non va oltre lo 0,27%, mentre Parigi sale dello 0,68%. Francoforte sale dello 0,62%, mentre Zurigo fa meglio con il +1,08%.

In Asia, Tokyo chiude con il +0,30%, mentre la Cina soffre per le nuove tensioni. Shanghai chiude a -1%, Shenzhen a -1,5% e Hong Kong a -1,1%. Seul recupera nel finale e Sidney chiude a -0,03% finale.
L’euro scende a 1,154 dollari, mentre la coppia dollaro/yen sale a 110,9. Giovedì parlerà Mario Draghi, e forse si saprà di più sul suo successore. La Germania, che ora punta alla presidenza della Commissione Europea, cederà sulla presidenza della banca centrale, che dovrebbe andare a Erkki Liiknanen, governatore della Banca di Finlandia.
Petrolio in salita, con il Wti a 68,09 dollari e il Brent a 77,28 dollari. Scende l’oro, a 1194 dollari l’oncia.