Nasce Illimity, la banca di Corrado Passera

di Valentina Cervelli Commenta

Un ritorno alle origini per l’ex ministro dello Sviluppo Economico Corrado Passera: tornando a lavorare nelle sue vesti di banchiere ha dato vita ad Illimity, una nuova banca che promette di essere attiva e di successo fin dal suo lancio.

Non dimentichiamo il curriculum di questo esperto: in passato è stato sia direttore delle Poste che di Intesa Sanpaolo. Due voci che pesano nel suo curriculum e che dovrebbero dare l’idea di quella che è la preparazione del banchiere nell’incominciare questa nuova avventura. Il nome della nuova banca è stato svelato dal manager nel giorno in cui si è tenuta l’assemblea degli azionisti Spaxs, la società dalla quale è ripartita la carriera del manager dopo la sua parentesi politica. L’azienda ha approvato la business combination con Banca Interprovinciale: tutto ciò, si traduce tecnicamente in Spaxs che acquisterà il 79,89% di Banca Interprovinciale pagando 44,7 milioni contanti, mentre il restante 19% sarà acquisito con un concambio azionario.

Ha spiegato Passera a margine della riunione:

Un nome che si presenta da solo, che contiene il progetto e i valori in cui crediamo. In questo nome c’è l’impegno ad andare un po’ oltre i limiti, come fanno gli imprenditori, c’è la voglia di dire andiamo oltre la forma, guardiamo sempre la sostanza, togliamoci i limiti, le pigrizie tipiche anche di questo settore. C’è una grande fiducia di fondo nel sistema Italia. Io sono convinto che ci sia ancora un enorme potenziale da sviluppare. Io su questo Paese ci scommetto e questa cosa ne sarà ancora la dimostrazione.

L’ex ministro, al momento presidente esecutivo di Spaxs e ad della nuova banca, ha spiegato che entro la fine dell’anno Illimity punta ad acquisire due miliardi lordi di crediti deteriorati nel segmento corporate.