Possibile scorporo rete Telecom Italia nel 2012

di Redazione Commenta

Il gruppo Telecom Italia non esclude che quest’anno possa esserci uno spin-off della rete di accesso, cioè il suo asset più importante valutato fino a 15 miliardi di euro. L’obiettivo potrebbe essere quello di raccogliere almeno 4 miliardi di euro per effettuare un drastico taglio del debito e accelerare sulla rete internet superveloce. L’ipotesi di scorporo è stata confermata da un documento riservato, al quale ha avuto accesso il quotidiano economico-finanziario Il Sole-24 Ore. Sono tre gli scenari prospettati: conferimento del ramo d’azienda, scissione proporzionale e cessione.

Lo scorporo e conferimento del ramo d’azienda avverrebbe attraverso la creazione di una società interamente controllata da Telecom Italia; la scissione proporzionale prevederebbe un percorso più lento e la costituzione di un veicolo con lo stesso identico azionariato del gruppo; infine, l’ipotesi di cessione – la più impegnativa – porterebbe Telecom ad acquisire eventualmente una quota post-cessione nella nuova società (newco o già esistente). In questo caso, però, non si tratterebbe più di avere la maggioranza.

DIVIDENDO TELECOM ITALIA 2012 ESERCIZIO 2011 A 43 CENTESIMI

Secondo il presidente esecutivo del gruppo Telecom Italia, Franco Bernabè, l’ipotesi di scorporo può essere interessante se dovesse creare valore. Secondo Bernabè “non si tratta di un progetto, bensì di uno dei tanti studi che facciamo per individuare le soluzioni migliori per accrescere il valore di Telecom”. Ieri il titolo in borsa ha perso il 2,89% a 0.8725€. A marzo, invece, Telecom Italia ha evidenziato un progresso complessivo del 3%, mentre da inizio anno la performance è di poco superiore al 5%.

TELECOM ITALIA MEDIA AUMENTA LE PERDITA 2011

Lascia un commento