Target Price APPLE a 1000$ per azione?

di Redazione Commenta

Ancora aperte le scommesse su Apple; non sono mai abbastanza le previsioni spese su una delle più grandi aziende del Mondo, fiore all’occhiello di Wall Street. Oggi è il giorno in cui finalmente ci si sbilancia e si parla di un target che tutti hanno in mente ma, forse per scaramanzia, nessuno ha mai nemmeno nominato. Il valore delle azioni Apple, secondo gli analisti, potrebbe arrivare tranquillamente a quota 1000$ sfondando anche l’ultimo record e diventando la prima azienda USA a valere 1 trilione di Dollari USA (1.000 miliardi di Dollari USA).

Se i numeri potrebbero sembrare le solite chiacchiere degli analisti di turno, per una volta bisogna ricredersi e per farlo basta mettere mano al grafico degli ultimi 10 anni di Apple; il Re del Nasdaq ha iniziato il suo cammino molto lontano ma la storia in Borsa del titolo può essere riassunta guardando a soli 10 anni fa’. Apple oscillava in un range compreso tra 5$ per azione e 39$ per azione, fino a che nel 2005 il titolo ha superato al rialzo quest’ultima soglia iniziando un rally rialzista di proporzioni uniche. Sembra quasi una bolla speculativa l’accelerazione rialzista che negli ultimi 6 anni ha portato il titolo a valere oltre 600$ per azione, superando per capitalizzazione molte altre realtà e sfondando record su record.

Il successo di iPad ed iPhone ha consolidato la via del rialzo consentendo di raggiungere prima quota 500, target degli analisti nel mirino già da tempo, e poi a sorpresa quota 600$ per azione che ora diventa il supporto chiave da controllare nel medio periodo.

►WOZ: APPL PUO’ ARRIVARE A 1000$ PER AZIONE

Il successo della Mela non è ancora finito e le previsioni che vedono Apple arrivare alla spaventosa cifra di 1000$ per azione (ricordiamo inoltre che siamo in tempi di crisi e che i sub-prime non sono stati altro che un’occasione di acquisto per gli azionisti Apple) sono in questo momento le più affidabili che il mercato offre, anche se per acquistare azioni in questa posizione grafica bisogna sicuramente avere molto coraggio.

►I RISULTATI FISCALI DEL Q2 2012 ARRIVANO IL 24 APRILE

Lascia un commento