Fiduciose le borse europee. I mercati non credono alla crisi

di Daniele Pace Commenta

Ore 16:30. Le Borse europee si mostrano fiduciose e tengono un andamento positivo, oggi, anche di fronte ad alcune incertezze sulla crescita globale. Ad alimentare le incognite ci sono i rapporti della Fed, ma la stessa banca centrale, mantenendo una politica monetaria di tassi bassi, spinge i mercati all’ottimismo.

Le borse

La mattinata si è aperta con Tokyo che ha chiuso a +0,11% ma in Cina, Shanghai perde bel l’1,60%, mentre Shenzhen crolla del 2,65%. Anche Hong Kong chiude male, a -0,93%. In Europa, Milano sale dello 0,40%, mentre stenta Londra, che scende dello 0,10%, in attesa di una risposta della May sull’offerta UE. Bene Parigi, con il +0,77% e Francoforte, con il +0,29%. Infine Zurigo, che invece cede lo 0,11%.

Spread italiano a 254 punti, in ascesa, mentre il rendimento decennale sale al 2,53%. Sale anche l’euro, che ora si posiziona a 1,1279 dollari. Sale anche lo yen, a 125,30 sull’euro. L’inflazione tedesca segna il +0,4% a marzo e il +1,3% annuo. Molto bene il mercato del lavoro Usa che vede i sussidi di disoccupazione ai minimi da 50 anni.
Inverte la tendenza il petrolio, nonostante la crisi libica, dopo la pubblicazione delle scorte Usa, che a sorpresa sono ai massimi da un anno e mezzo. Wti a 64,30 dollari e Brent a 71,45 dollari.