Risultati 2012 Jp Morgan

di Redazione Commenta

Jp Morgan chiude il 2012 con un record di utili. Stando a quanto afferma una nota da parte dell’istituto di credito newyorkese, nel corso del quarto trimestre i profitti netti sarebbero ammontati a quota 5,7 miliardi di dollari, contro i 3,7 miliardi conseguiti nello stesso periodo dell’anno precedente. Ma vediamo più nel dettaglio quali sono stati i risultati conseguiti dalla società, e in che modo – pertanto – sia possibile esprimere qualche valutazione sull’esercizio appena conclusosi.

Stando alla nota, il fatturato degli ultimi tre mesi del 2012 sarebbe cresciuto del 10 per cento a 24,4 miliardi di dollari. Per l’intero anno scorso, invece, i profitti si sono attestati alla soglia record di 21,3 miliardi di dollari, contro i 19 miliardi di dollari che l’azienda era riuscita a ottenere nel 2011. Il fatturato è stato di 99,9 miliardi di dollari, pressochè stabile rispetto a quanto riscontrato nel 2011.

Una buona novella, quella relativa alla redditività societaria (i profitti sono aumentati del 53 per cento), che probabilmente contribuirà a far dimenticare almeno in parte le criticità legate al caso-derivati, con rilevanti scommesse errate da parte di alcuni trader della divisione londinese, che avevano condotto l’azienda a perdite di oltre 6 miliardi di dollari (vedi anche la bocciatura di Jp Morgan nei confronti di banche italiane, come Intesa Sanpaolo).

Gli accantonamenti sono stati pari a 656 milioni di dollari, in calo rispetto ai 2,18 miliardi del 2011. La banca ha altresì segnalato un incremento del 33 per cento a 51,2 miliardi di dollari nei mutui originati. Positivo, infine, il trend assunto dalla divisione che gestisce le attività della banca commerciale, in grado di riportare profitti record per 2 miliardi di dollari, per un livello pressochè doppio rispetto a quanto riscontrato nel precedente 2011.

Vedremo, anche nel corso dei prossimi trimestri, se la tenuta della redditività di Jp Morgan potrà continuare a manifestare soddisfazione negli investitori, o se la parentesi positiva di fine 2012 sarà invertita nel breve termine.

Lascia un commento