Borse europee in calo in attesa della FED

di Valentina Cervelli Commenta

L’attesa per ciò che potrebbe portare la riunione della Fed del prossimo 21 marzo nei mercati ha portato questa mattina le borse europee ad un’apertura in leggero calo rispetto a quello che sarebbe potuto occorrere.  E va sottolineato, le piazze asiatiche non sono state da meno con i loro contrasti.

borsa-di-milano

La cautela sembra essere la parola d’ordine in questo caso: gli investitori, come è giusto che sia, preferiscono non correre rischi in attesa del potenziale rialzo dei tassi di interessi che potrebbe cambiare almeno parzialmente le carte in tavola.  Non solo: la riunione sarà la prima che vedrà, a margine, la prima conferenza stampa di Jerome Powell, colui che andrà a sostituire l’attuale presidente Yellen. L’attesa è molta, soprattutto relativamente alla possibile dichiarazioni di eventuali strategie.

Tornando alle borse europee, Milano fa segnare un calo dello 0,51%, Londra perde l’1,24%, Francoforte lo 0,97% e Parigi lo 0,72%. A Piazza Affari, in particolare, la sofferenza è del comparto industriale e di quello finanziario. Per ciò che concerne il mercato delle valute, in questo inizio di settimana l’euro è in calo seppure di non moltissimo: la moneta unica europea tocca gli 1,2265 dollari e cala anche nei confronti dello yen a 129,74. Lo spread tra Btp e Bund tedeschi al momento rimane  stabile poco sotto 140 punti base, con il rendimento molto vicino al 2%.  Un simile andamento è, a meno di particolari scossoni, da ipotizzare almeno fino a venerdì quando la riunione della Fed avrà luogo e maggiori delucidazioni verranno date in merito alla politica della FED e sui tassi di interesse.