Marchionne conferma, Fiat fuori da confindustria ad inizio 2012

di Michele Laganà 1

Sergio Marchionne AD Fiat, conferma che l'azienda sarà fuori da ConfindustriaCome già affermato nella lettera inviata lo scorso 30 Giugno ad Emma Marcegaglia, l’AD di Fiat, Sergio Marchionne ha confermato che la sua azienda uscirà a partire dal prossimo 1 Gennaio 2012, da confindustria. La lettera inviata da Marchionne alla Marcegaglia, indica precisamente il motivo per cui la Fiat decide di uscire da confindustria. Il principale motivo, è che secondo l’AD di Fiat sono cambiati i piani di confindustria, la situazione si è mutata in negativo per le aziende e FIAT ha quindi deciso di uscire, per poter continuare ad essere una parte fondamentale del sistema economico italiano.

Marchionne ha poi confermato che ha partire dal prossimo anno 2013, lo stabilimento di Mirafiori inizierà a produrre un Suv Jeep. L’installazione dei nuovi macchinari per la produzione, inizierà nel 2012, ed il primo prodotto finito uscirà nel 2013.

Nella lettera che Marchionne ha inviato ad Emma, si legge:

“con la firma dell’accordo interconfederale del 21 settembre è iniziato un acceso dibattito che, con  prese di  posizione contraddittorie e addirittura  con dichiarazioni di volontà di  evitare l’applicazione degli accordi nella prassi quotidiana, ha fortemente ridimensionato le aspettative sull’efficacia dell’Articolo 8. Si rischia quindi di  snaturare l’impianto previsto  dalla nuova legge e di limitare fortemente la flessibilità gestionale – e poi aggiunge – ti confermo che, come preannunciato nella lettera del 30 giugno scorso, Fiat e Fiat Industrial hanno deciso di uscire da Confindustria con effetto dal 1 gennaio 2012.”

Insomma, una presa di posizione forte quella della Fiat e del suo AD, sicuramente questa notizia influirà sul mercato della borsa e vedremo come fletterà il titolo Fiat in borsa dopo la notizia conferma, appunto, questa mattina da Sergio Marchionne in persona.

Photo credits | Getty Images

Commenti (1)

Lascia un commento