Piazza Affari: open di ottava in gap-down

di Francesco Giocondo 1

Open negativo a Piazza Affari: il Mib perde attualmente circa l’1.80% dopo un gap-down di circa 300 punti rispetto al valore di Venerdì scorso. L’open è in linea con l’andamento degli ultimi 3 giorni di contrattazioni a Wall Street, dove dopo il top di Martedì scorso sopra a 11300 punti il mercato ha disegnato un ribasso perfettamente contenuto nel canale dell’immagine che ha portato il Dow Jones a 10913.31 punti con aspettative negative tra oggi e domani.

Il mercato italiano si è allineato tardi alla tendenza USA e sconta in apertura (come al solito) i movimenti precedenti del mercato italiano, favorendo i pessimisti che sono rimasti short. Le aspettative per l’ottava non sono ancora molto negative nel medio periodo dove si prevede si un ritracciamento ma per un massimo di altri 500 punti per arrivare al livello psicologico dei 14000. Sopra a questo livello la situazione resterà molto volatile ma si cominceranno a sentire gli effetti del blocco delle vendite allo scoperto e se dalla Bce arriveranno news positive allora la spinta rialzista potrà far prendere quota al mercato italiano preparandolo per il rally Natalizio, più in dubbio che mai in questo 2011.

Sul listino delle Blue-Chips spicca Ansaldo che guadagna il 2.34% ed è l’unica positiva, mentre sul lato opposto della classifica troviamo Fiat che cede il 4.10% seguita da Saipem a 25.48 che registra un -4.07%. Subito dopo Banca Popolare di Milano (-3.85%), Tenaris (-3-36%), STM (-3.22%) e Unicredit a 0.7765 (-3.24%). La negatività quindi è diffusa a tutti i settori anche se il Bancario è quello che verrà monitorato nel pomeriggio dopo l’apertura di Wall Street; il recupero di 14600 punti dopo l’open del Dow Jones sarà un fortissimo segnale positivo in grado di invertire le aspettative giornaliere, mentre la perdita di 14500 confermata oltre oceano non darà scampo agli indici fino a domani mattina.

Attenzione poi ad Impregilo ed Enel che nel pomeriggio potrebbero incrementare le perdite scalando il listino delle blue-chips e scontando il laterale che ora è disegnato sui loro grafici.

Commenti (1)

Lascia un commento