Unione fiscale dell’Ue e firewall finanziario

di Laura 1

A non essere intenzionata a lasciare morire di “morte naturale” l’euro sembra essere, tra gli altri, soprattutto Angela Merkel: con la “Fiskalunion”, che il cancelliere chiama “Unione di stabilità“, sarebbe introdotta una certa disciplina nonchè intervento da parte dell’UE negli affari interni degli Stati sovrani. I Greci possono già testimoniare di questo tipo di intervento, con i Commissari UE presenti in ogni Ministero da quando la situazione di austerità ellenica é stata resa pubblica. Un’idea non condivisa in tutto e per tutto dalla Francia, dove il deputato di sinistra Jean-Marie Le Guen si oppone a un accordo in tal senso tra il Presidente Nicolas Sarkozy e Merkel. In questo contesto dovrebbe inserirsi l’Italia, una delle maggiori economie trainanti Eurolandia.

Il presidente del Consiglio italiano, Mario Monti gode di molta credibilita’ non solo in Europa ma in tutto il mondo – ha assicurato il segretario del Tesoro Usa, Tim Geithner, al termine dell’incontro bilaterale con il nostro governatore -. Sono venuto in Italia per offrire il nostro supporto al primo ministro e agli sforzi che sono in corso. Il programma di riforme del governo é un programma molto forte. Tutti i leader europei si stanno muovendo per creare un quadro di integrazione finanziaria e fiscale. Lavoriamo per rafforzare il firewall finanziario necessario per le riforme economiche in Italia e nel continente.

Durante la discussione della manovra, come sottolineato dallo stesso Mario Monti, ci sono stati anche temi al centro del prossimo summit della zona euro, per cui il premier si professa al momento favorevole ai passi da compiere verso una più stretta unione fiscale, anche se fosse necessaria una modifica del trattato.

Geithner ci ha assicurato di avere un vivo e permanente interesse per l’Italia – ha detto Monti -. Proprio per questo mi riprometto di avere con lui rapporti frequenti. Si potrebbe mettere a punto un sistema di firewalls per dare conforto alla zona euro in questa fase delicata e l’Fmi potrebbe avere un ruolo per far funzionare in modo piu’ armonioso questo mosaico.

Commenti (1)

Lascia un commento