Banca Popolare di Bari approva misure straordinarie a favore dei soci

di Clara Commenta

Banca Popolare di Bari soci finanzalive

Il Gruppo Banca Popolare di Bari ha varato un insieme di soluzioni a favore dei suoi soci, con l’obiettivo di continuare a rafforzare il “supporto finanziario e previdenziale nei confronti dei propri soci e dei loro nuclei familiari.

Si tratta di una serie di misure “a condizioni esclusive” a favore dei soci che da lungo tempo sono impossibilitati a vendere le proprie azioni.

Il pacchetto di “sostegno straordinario”, approvato dal Consiglio di Amministrazione l’11 febbraio, sarà disponibile nelle 350 filiali del Gruppo, accessibile a tutti i soci indipendentemente dal possesso azionario.

Il piano di sostengo include due tipologie di Prestito Personale, a cui viene destinato un plafond di 350 milioni di euro, e due tipi di Voucher.

Una prima tipologia è il Prestito Finalizzato all’acquisto di beni e servizi. È stato realizzato per venire incontro alle esigenze di acquisto immediate e finalizzate del Socio, per un importo massimo pari a 10.000 euro, durata estendibile fino a 10 anni e possibilità di beneficiare di un periodo di preammortamento, cioè del pagamento di una rata “contenuta” di soli interessi, di massimo 5 anni. Il tasso è di 0,90%, fermo restando i requisiti di concedibilità in base al merito creditizio, e l’operazione è rinnovabile alla scadenza.

L’altra tipologia è una estensione del Prestito Finalizzato, con un importo aggiuntivo massimo richiedibile pari a 40.000 euro. La durata è estendibile fino a 10 anni e anche in questo caso c’è la possibilità di beneficiare di un periodo di preammortamento di massimo 5 anni, ad un tasso del 3%, fermo restando i requisiti di concedibilità in base al merito creditizio.

Ai soci verrà inoltre messo a disposizione un voucher per accedere ad un mutuo ipotecario per Acquisto e Ristrutturazione Casa opzionabile dai soci. La validità dell’esercizio dell’opzione è pari a 24 mesi ed il mutuo prevede una durata massima di 40 anni e per un importo fino all’80% del valore dell’immobile ipotecato con un massimo concedibile di 300.000 euro, ad uno spread di 0,75% per i primi 10 anni e 1% per i successivi, fermo restando i requisiti di concedibilità in base al merito creditizio.

Il preammortamento per questo tipo di voucher è fino a 5 anni e con la possibilità di sospensione della rata per 6 mesi, opzione attivabile 2 volte durante la vita del mutuo. In caso di erogazione del mutuo ipotecario, a favore del mutuatario è prevista la stipula, a carico della Banca, di una “polizza temporanea caso morte”. Per tale iniziativa viene previsto un plafond di 250 milioni di euro.

Previsto anche un voucher per una Polizza Long Term Care, anche questa a carico della Banca, che prevederà l’erogazione di una rendita mensile a favore del socio nelle situazioni di non autosufficienza previste dalla Compagnia.

Nella stessa seduta il Consiglio di Amministrazione ha approvato la formalizzazione di un Tavolo di confronto con il Comitato Associazioni dei Consumatori per la risoluzione dei casi meritevoli di immediata attenzione.

In linea con il Piano Industriale 2019-2023, la nuova offerta vantaggiosa nei confronti dei soci vuole porre le basi per una forte e rinnovata attenzione agli attuali azionisti che potranno accedere a concrete iniziative a loro dedicate beneficiando di condizioni uniche sul mercato.