Enel: buoni i ricavi Q1 2009, nonostante il contesto macroeconomico critico

di Redazione 1

Il calo della domanda di energia su scala internazionale non ha pesato più di tanto sul giro d’affari del colosso elettrico Enel. Dai dati approvati dal Consiglio di Amministrazione della società, infatti, emerge che il primo trimestre 2009 è stato archiviato con una contrazione dei ricavi di appena l’1,5%. L’Amministratore Delegato di Enel, Fulvio Conti, ha da un lato definito lusinghieri i dati riportati dalla società nel primo quarto del 2009, ma dall’altro ha fatto presente come tutto il 2009 potrebbe essere caratterizzato dalla debolezza della domanda energetica in virtù del rallentamento dell’attività economica. Ciò nonostante, grazie anche alla diversificazione geografica del business di Enel, Fulvio Conti stima che la società è comunque in target per il 2009 al fine di assicurare adeguati livelli di redditività. Tra i dati più interessanti del primo trimestre c’è quello relativo alla quota di energia venduta in Italia sul mercato libero con un incremento del 14,60% rispetto ai primi tre mesi del 2008, mentre all’estero le vendite di elettricità si sono attestate in linea con il primo trimestre dello scorso anno.

E intanto, secondo quanto riporta il Wall Street Journal, Fulvio Conti, intervistato dal giornale americano, ha fatto presente come il fondo sovrano della Libia sia pronto ad acquisire una partecipazione in Enel o partecipando direttamente all’aumento di capitale del colosso elettrico, messo a punto da Enel per abbattere l’indebitamento, oppure effettuando acquisti di azioni della società italiana direttamente sul mercato.

Commenti (1)

Lascia un commento