Erg, il primo semestre 2011 è da dimenticare

di Simone Ricci 1

La raffinazione di Erg, una delle principali compagnie petrolifere a livello internazionale, ha fatto registrare un margine decisamente negativo nel corso del primo semestre di quest’anno: la società, la quale fa capo alla proprietà della famiglia Garrone, deve infatti far fronte a un calo di ben quaranta milioni di euro, dato che va a riferirsi ai valori correnti. Il margine operativo lordo, inoltre, è sceso da 135 a 108 milioni, senza dimenticare il preoccupante indebitamento dal punto di vista finanziario, vale a dire 706 milioni di euro. Che cosa ha provocato tutte queste stime così negative? La crisi della Libia è stata senz’altro determinante, ma va considerato anche il blocco relativo alla raffineria di Priolo, dalla quale dipendono molte delle sorti di Erg.

Secondo l’azienda stessa, questo scenario è stato causato in larga misura dalle mancate immissioni di energia sulla rete elettrica nazionale, aggiungendo poi il mercato poco favorevole. Un barlume di ottimismo deriva invece dalle energie rinnovabili, settore su cui la famiglia Garrone sta puntando parecchio.

Commenti (1)

Lascia un commento