Istat: prezzi, inflazione in frenata a maggio

di Fil 1

consumiRispetto al +1,5% dello scorso mese di aprile, a maggio l’inflazione in Italia registra un’ascesa più contenuta e pari a +1,4%. A rilevarlo, in base alle stime preliminari, è stato l’Istituto Nazionale di Statistica (Istat) che poi come al solito il mese prossimo comunicherà il dato definitivo relativo al mese che sta per concludersi. Il lieve ridimensionamento dei prezzi al consumo, pur tuttavia, non toglie il fatto, secondo la Federconsumatori, che le ricadute sulle famiglie saranno in ogni caso pesanti e stimate in ben 420 euro medi all’anno. L’Associazione dei Consumatori, congiuntamente con l’Adusbef, ritiene che per il nostro Paese non basti una manovra di risanamento dei conti, ma ne serve anche una che rilanci le prospettive economiche dell’Italia. E così, le due Associazioni hanno messo a punto una “contromanovra” che “costa” ben 52,7 miliardi di euro, e che fissa la stangata non per i lavoratori e per i pensionati, ma a carico degli speculatori e degli evasori fiscali.

Commenti (1)

Lascia un commento