Saxo Bank previsioni shock 2013

di ND82 Commenta

La banca danese Saxo Bank, specializzata nel trading online e negli investimenti, ha stilato una lista di 10 previsioni shock per il 2013, ovvero una serie di eventi all’apparenza improbabili ma che se dovessero accadere potrebbero avere un impatto molto significativo sul futuro dei mercati finanziari mondiali. Come ogni fine anno Saxo Bank effettua queste particolari previsioni “catastrofiche”, che in realtà non sono pronostici per il futuro bensì analisi di scenari di mercato poco probabili ma con un potenziale impatto devastante nel caso in cui dovessero clamorosamente avverarsi.

Le previsioni shock di Saxo Bank per il 2013 sono le seguenti: tasso di cambio dollaro/yen a quota 60; aumento dei prezzi dei cereali del 50%; crollo dell’oro a 1.200 dollari l’oncia; crollo del prezzo del petrolio Wti a 50 dollari al barile; tasso di cambio euro/franco svizzero a 0,95; Hong Kong diventa polo finanziario; raddoppiano gli interessi sui T-Bond a 30 anni; le più grandi aziende giapponesi dell’elettronica vengono nazionalizzate; l’indice azionario tedesco Dax crolla a 5000 punti; la Spagna va in default.

MARC FABER, PREVISIONI DI BORSA 2013

La prima previsione shock riguarda il crollo del cambio dollaro/yen a 60, a seguito del minore entusiasmo mostrato dagli investitori nei confronti della politica monetaria americana e del quantitative easing. Il crollo del cambio avverrebbe anche a seguito della ricopertura di posizioni short sullo yen, con gli investitori situati nella parte sbagliata del trend che si affrettano a chiudere le loro posizioni cort sulla divisa nipponica. Un’altra ipotesi shock è l’aumento dei prezzi della soia del 50%. Un’altra previsione scioccante è il crollo dell’oro a 1.200$ l’oncia, a causa delle imponenti vendite di hedge funds e delle liquidazioni delle posizioni long sugli Etf.

PREVISIONI MERCATI FINANZIARI 2013 SECONDO INVESCO

C’è poi l’ipotesi della crescita di Hong Kong come piazza finanziaria principale sul mercato delle valute, a discapito di Londra e New York. Inoltre, viene fatta pressione per aumentare il potere internazionale dello yuan cinese come moneta principale del commercio mondiale al posto del dollaro americano. Una previsione shock con effetti potenzialmeente devastanti sull’economia mondiale è l’impennata dei tassi sui T-Bond americani a 30 anni, ma anche la bancarotta della Spagna a causa dell’aggravarsi della crisi dei debiti sovrani europei.

Lascia un commento