Tesoro allungherà vita media del debito pubblico

di ND82 Commenta

Maria Cannata, responsabile delle politiche del debito pubblico del Tesoro, ha illustrato le Linee guida della gestione del debito pubblico per il 2013. Tra i temi principali emersi dal suo rapporto c’è la maggiore flessibilità nella strategia di emissione per gestire la volatilità del mercato e l’allungamento della vita media del debito. In particolare, il riferimento va agli oltre 1.680 miliardi di euro di titoli di stato in circolazione. A fine novembre scorso la vita media residua del debito italiano era scesa a 6,49 anni dai 6,99 anni del 2011.

Per il Tesoro italiano la programmazione delle nuove emissioni obbligazionarie dovrebbe essere relativamente semplice, considerando che nel 2013 ci saranno 122 miliardi di euro in meno di titoli di stato in scadenza rispetto a quest’anno. Infatti, se nel 2012 sono andati in scadenza 423 miliardi di euro di bond governativi, nel 2013 scadranno “solo” 302 miliardi di euro di bond pubblici. In particolare, andranno in scadenza solo 144 miliardi di euro circa di Bot rispetto ai 221 miliardi del 2012.

SPREAD BTP-BUND A 280 NEL 2013 SECONDO INTESA SANPAOLO

Già qualche mese fa Maria Cannata aveva stimato che nel 2013 le emissioni obbligazionarie pubbliche lorde sarebbero state di 410 miliardi di euro circa, in calo rispetto ai 470 miliardi di euro del 2012. In realtà, se fosse stato emanato un provvedimento Tagliadebito, le nuove emissioni sarebbero potute scendere fino a 360 miliardi di euro, ma con le dimissioni del premier Mario Monti non si è portato avanti questo progetto. Il Tesoro porterà avanti il piano di riduzione delle emissioni lorde, allungando la vita media del debito riducendo il volume delle emissioni di Bot.

PREVISIONI SPREAD BTP-BUND 2013

Secondo le stime di Unicredit, quest’anno il Tesoro ha effettuato emissioni lorde di Bot per un totale di 238 miliardi di euro, per un’offerta netta di Bot pari a 18-19 miliardi di euro. Il prossimo anno l’offerta netta dovrebbe essere nulla o addirittura negativa. Il Tesoro vuole emettere più Btp a lunga scadenza e i nuovi bond saranno piazzatti attraverso i sindacati di banche. E’ poi in programma l’emissione di CcTeu su base mensile (o quasi) e di due tranche di Btp Italia (contro le tre del 2012).

Lascia un commento