FTSE-Mib positivo e spread in discesa dopo la manovra

di Francesco Giocondo Commenta

La manovra “salva-italia” (o se si preferisce “la stangata”) sembra essere ben vista dai trader visto che i mercati beneficiano del momento stabilizzando l’andamento delle principali blue-chips e consolidando i rialzi avuti fin’ora con l’abbassamento dello spread tra Btp e Bund.

Proprio quest’ultimo torna intorno ai livelli di Settembre/Ottobre mettendo a segno la prima vera fase di discesa che può rassicurare marginalmente gli investitori. Sul Mib invece a confermare la forza del momento abbiamo il Bancario oltre il 5% di performance positiva con Banca MPS in cima alle blue-chips, seguita da Banco Popolare e Finmeccanica rispettivamente con il 9.49% e l’8.88%. Dal lato opposto abbiamo STM che conferma la sua debolezza particolare insieme ad Ansaldo e Parmalat che seppur in territorio positivo dimostrano ancora una volta la sfiducia degli investitori.

Il gap-up di questa mattina sul FTSE-Mib non preoccupa gli investitori nonostante sia il primo passo per assistere ad un ritracciamento; dopo 6 giorni di contrattazioni più che positivi un assestamento del prezzo ed il disegno di uno swing di minimo da cui ripartire sono necessari per un consolidamento dei livelli raggiunti e per capire sopratutto se le intenzioni nel medio periodo sono buone (come appunto indica lo spread con il Bund) oppure se la fase attuale è una presa di profitto in vista di nuove posizioni al ribasso.

Il Dow Jones intanto ha aperto sul livello di chiusura della giornata di ieri recuperando in una sola ora il top relativo precedente e consolidando la prima ora di trading a 12160 punti. Ora il supporto chiave di breve periodo con fortissimo valore operativo si aggiorna a 12100 che corrisponde anche al 50% della long white di apertura, mentre un close di giornata sopra a 12200 confermerà la fase di forza consentendo l’overnight al rialzo.

Tornando all’Europa e più precisamente all’Italia, in caso di close positivo sul Dow Jones le aspettative per domani mattina sono di un’apertura superiore ai 16000 punti mentre nell’ipotesi contraria avremo un ritracciamento verso 15500 punti già nella prima ora di domani.

Lascia un commento