Emissione bond in yuan verso record 2012

di Redazione Commenta

Le obbligazioni denominate in yuan cinesi continuano a riscuotere grande interesse tra gli investitori. A Hong Kong è boom per le “dim sum bond”, cioè le obbligazioni che Pechino ha intenzione di collocare sulla piazza finanziaria di Hong Kong, direttamente o attraverso istituzioni controllate. Secondo indiscrezioni provenienti dalla stampa locale, sarebbe al vaglio l’idea di emettere un bond celebrativo del 15-esimo anniversario della riunificazione della città-stato di Hong Kong alla Cina, avvenuta il 1 luglio 1997. Inoltre la Cina ha intenzione di allungare la curva dei rendimenti, in quanto finora le scadenze non superano quasi mai i dieci anni.

Un altro obiettivo per le autorità monetarie cinesi è quello di capire la risposta degli investitori a emissioni di maggiori dimensioni. Lo scorso anno Pechino mise all’asta 20 miliardi di yuan in obbligazioni governative, ma quest’anno punta a salire fino a 30 miliardi di yuan (cioè 4,5 miliardi di dollari). A Hong Kong il collocamento di obbligazioni dovrebbe prendere un maggiore slancio, in quanto la National Development and Reform Comission ha autorizzato 10 banche ad emettere dim sum bond per un totale di 25 miliardi di yuan.

PER LA CINA PREVISTA UNA CRESCITA ECONOMICA DELL’8%

Il mercato di Hong Kong è molto più aperto agli investitori esteri rispetto a quello cinese. C’è grande interesse verso le emissioni sulla piazza di Hong Kong proprio perché gli investitori stranieri sono per ora impossibilitati dall’attuale legislazione a comprare direttamente i bond emessi in base alla legge cinese. La notizia della maggiore apertura verso i mercati del debito cinese è arrivato proprio in una fase in cui il governo cinese ha iniziato a sostenere con misure di stimolo la proria economia.

INVESTIMENTI IN YUAN CONSIGLIATI DA ALLIANZ

Ail premier Wen Jiabao ha chiesto una maggiore attenzione alla crescita e non a caso sono state subito aperte linee di credito da 2.000 miliardi di yuan a favore del Ministero delle Ferrovie, annunciati sussidi per 170 miliardi di yuan per progetti ambientalisti e 78 miliardi di yuan per sostenere programmi di edilizia popolare.

Lascia un commento