Eni: nuove riserve petrolifere in Uganda

Il colosso energetico italiano Eni è ad un passo dall’acquisire in Uganda, sul lago Albert, una quota del 50% di due importanti blocchi petroliferi; il colosso del cane a sei zampe è infatti palesemente in vantaggio rispetto alla concorrenza visto che ha trovato il pieno appoggio per l’acquisizione da parte del Governo ugandese. La quota, in mano ad Heritage, dovrebbe quindi passare ad Eni, mentre le restanti quote sono possedute da Tullow Oil che, in accordo con quanto riportato in queste ore Wall Street Journal, dovrebbe incontrare il presidente ugandese. Tullow Oil, interessata ad acquisire il 50% delle quote possedute da Heritage, sembra però, salvo clamorosi colpi di scena, tagliata fuori dall’acquisire il pieno controllo dei due blocchi petroliferi in virtù del fatto che il Governo dell’Uganda è propenso, invece, ad assicurare la proliferazione delle società energetiche che operano sul territorio.

Lascia un commento