Iliad diventa primo azionista di Unieuro

di Valentina Cervelli Commenta

Iliad diventa primo azionista di Unieuro con un’operazione da 50 milioni di euro, pari al 12% del capitale sociale, acquisendo una importante partecipazione all’interno di una società che nel corso degli anni, anche nei momenti più difficili, si è mostrata capace di affrontare qualsiasi cosa.

Iliad prima azionista con il 12% del capitale

La compagnia telefonica ha deciso di espandere il suo raggio di azione. Guidata qui in Italia da Benedetto Levi, Iliad è entrata con questa mossa, in un settore dalle mille sfaccettature come quello della distribuzione retail dall’elettronica di consumo fino a piccoli e grandi elettrodomestici. Una scelta che sicuramente sarà in grado di dare i propri frutti a partire dal breve periodo. Questa intesa non nasce dal nulla: Iliad e Unieuro infatti collaborano da due anni per la distribuzione delle sim della compagnia francese all’interno di 200 punti vendita.

Da qui si è voluto fare un passo in avanti nel quale Iliad ha deciso di “investire nel capitale di Unieuro per accompagnarla nel suo percorso di crescita e innovazione” e come sottolineato da Levi, ceo della sezione italiana della compagnia, “apprezziamo la squadra Unieuro e condividiamo con loro valori fondamentali: una costante volontà di innovare, un forte spirito imprenditoriale e una vera attenzione alla qualità della relazione con gli utenti e i consumatori“.

Come sottolineato da una nota emessa per descrivere l’operazione avvenuta, Iliad ha deciso di investire in una realtà in cui crede, caratterizzata da ottimi bilanci e con la quale condivide una filosofia volta ad offrire il meglio.

Bilanci soddisfacenti per Iliad e Unieuro

Tecnicamente la situazione di Iliad in Italia nel 2020 ha fatto registrare una perdita Ebitda pari a 133 milioni di euro, molto più bassa rispetto a quella rilevata nel 2019 di 253 milioni di euro, con un decremento del 47,2%   Al contempo i ricavi sono però aumentati del 58% a 674 milioni e il numero degli abbonati nel corso dell’anno è aumentato di quasi 2 milioni fino a raggiungere i complessivi 7,24 milioni,

Unieuro dal canto suo ha fatto segnare un record di ricavi pari a 2,7 miliardi di euro. Sebbene si tratti ancora di risultati preliminari dell’esercizio chiuso al 28 febbraio 2021, la crescita rispetto all’esercizio precedente è stata pari al 9,8% nonostante l’impatto del coronavirus sulla spesa della popolazione. Hanno dichiarato da Unieuro con una nota:

L’ingresso di un nuovo e prestigioso azionista, che ha dichiarato di voler accompagnare la Società nella propria crescita di lungo termine e con il quale abbiamo già in essere una relazione commerciale di successo è un’ulteriore testimonianza dell’interesse del mercato nei confronti di Unieuro, generato dalla qualità del lavoro svolto e dalle prospettive di crescita futura. In qualità di public company, Unieuro dà il benvenuto a Iliad Italia confermando la propria determinazione a continuare il percorso di creazione di valore a beneficio di tutti gli azionisti.