Bitcoin valuta di corso legale a El Salvador

di Valentina Cervelli Commenta

Il Bitcoin è una valuta di corso legale in El Salvador: lo stato centroamericano ha di recente approvato una legge che legalizza l’uso di questa moneta digitale come strumento di pagamento. Una decisione che, per quanto sorprendente, affonda le sue ragioni nella tipologia stessa di economia dello stato.

Legge sarà attiva tra 90 giorni

Questa Repubblica è diventata la prima al mondo a dare corso legale al Bitcoin: martedì sera il Parlamento del paese centroamericano ha approvato con 62 voti su 84 la proposta di legge presentata direttamente dal Presidente Nayib Bukele. una iniziativa che era già stata anticipata dallo stesso attraverso un video con il quale ha partecipato alla Bitcoin 2021 Conference, raduno globale legato al mondo delle criptovalute e alle personalità che lo compongono.

La legge sarà attiva 90 giorni dopo essere stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale e, nella sua unicità, rappresenta davvero un esperimento finanziario unico nel suo genere che potrebbe avere conseguenze rilevanti sia dal. punto di vista negativo che positivo sia per ciò che concerne la criptovaluta sia per ciò che concerne l’economia dello stato. Non bisogna dimenticare che al momento del Salvador la moneta corrente è il dollaro americano che, Ad ogni modo , manterrà il suo ruolo e Sara considerato la valuta di riferimento per la rendicontazione dei bilanci.

In poche parole e Salvatore avrà due monete e rendendo legale l’utilizzo di Bitcoin sul territorio automaticamente renderà obbligatoria la sua accettazione come mezzo di pagamento. Si tratta di un vero e proprio obbligo sancito legalmente, dal quale sono esclusi solo coloro che non hanno la possibilità di accedere alla tecnologia secondo la norma appena approvata e i debiti espressi in dollari che risultano ancora in sospeso potranno essere saldati tramite i Bitcoin, tanto quanto le tasse.

Conversione istantanea tra le due valute

I negozianti avranno la possibilità di esprimere il prezzo del propri beni in entrambe le valute, anche se è ancora da comprendere se il mercato di riferimento lo considera una mossa adeguata all’attuale stato dell’economia. Lo stato di El Salvador in questo modo si impegna però allo stesso tempo a garantire ai suoi cittadini la possibilità di convertire automaticamente e in modo istantaneo dollari e Bitcoin evitando in questo modo che improvvisi cali di valore di Bitcoin possono causare la perdita di soldi a coloro che hanno accettato un pagamento in questa valuta.

Non è un caso che El Salvador abbia deciso di agire in tal modo nei confronti di Bitcoin: la sua economia si basa principalmente sui soldi spediti dai salvadoregni che lavorano all’estero e inviano i soldi alle proprie famiglie. Questo approccio alla gestione monetaria potrebbe consentire un cambiamento in positivo della condizione di vita della popolazione.